L’inbound marketing: un metodo pubblicitario online che trasforma il traffico dati in potenziali acquirenti

0
345
inbound-marketing

Le strategie di marketing online hanno subito negli anni un’evoluzione in termini sia tecnologici che strategici. In particolare oggigiorno si cerca di legare contenuti di qualità, in grado di esser evirali e di aumentare i volumi di traffico di un sito web, a efficaci strumenti pubblicitari.

Questo metodo nel gergo si chiama inbound marketing, e nei paragrafi seguenti cercheremo di conoscerne il funzionamento e la filosofia su cui esso si basa.

Cos’è l’inbound marketing?

Per inbound marketing si intende una tecnica di promozione che unisce contenuti testuali d’interesse, in modo tale da attirare i clienti su di uno specifico portale.

Il termine inbound, che in inglese significa letteralmente “in entrata”, si contrappone al classico metodo di marketing “in uscita”, che prevede l’acquisto di liste di contatti ai quali inviare newsletter via email o altri contenuti pubblicitari.

Quali sono gli strumenti su cui si basa l’inbound marketing?

Alla base di questa tecnica pubblicitaria vi sono i seguenti strumenti digitali:

  • contenuti efficaci, scritti con cura, che andranno pubblicati su blog, social network e siti web;
  • la tecnica SEO, acronimo di Search Engine Optimization, che permette di indicizzare i contenuti sui motori di ricerca in maniera da risultare più facili da visualizzare.

È chiaro che prima di creare un contenuto testuale per un cliente, gli esperti di digital marketing studieranno prima il contesto di utilizzo, in modo tale da renderlo appetibile al maggior numero di utenti potenziali, i quali a loro volta saranno più invogliati ad essere reindirizzati sul sito web che vende il prodotto o il servizio in questione.

Quali sono le fasi principali dell’inbound marketing?

Le fasi principali delle tecniche di inbound marketing sono 4:

  • attirare traffico sul sito di riferimento;
  • convertire il traffico in clienti interessati al prodotto pubblicizzato (definiti in gergo leads) mediante landing pages, newsletter e inviti all’azione presenti all’interno dei contenuti digitali;
  • concludere, ossia trasformare i potenziali interessati in clienti che acquistano il prodotto
  • fidelizzare il cliente, cercando di fornirgli una buona impressione e invitandolo a nuovi acquisti.

Una volta concluse tutte e 4 le fasi, avrete così tramutato il traffico online in un bacino d’utenza fidelizzato, disposto a comprare i vostri prodotti o servizi e a rimanere aggiornati circa le vostre offerte periodiche.

Quali sono i vantaggi legati all’utilizzo di questo tipo di strategia di marketing?

Tra i vantaggi derivati dalle tecniche di inbound marketing rientrano:

  • la capacità di raggiungere qualunque tipo di cliente online attraverso parole chiave connesse al settore in cui opera l’azienda;
  • conoscere le abitudini online dei potenziali clienti, i loro gusti, le loro aspettative e i loro interessi;
  • avere feedback circa le possibili migliorie da apportare al sito web aziendale, avendo così un dato reale circa il cliente ideale sul quale imperniare il prodotto o il servizio da vendere;
  • la capacità di personalizzare i contenuti digitali sulla base del settore di attività dell’azienda e sulle caratteristiche del cliente ideale, creando così curiosità nel lettore e affiliandolo alla frequentazione di blog, social network e siti aziendali in cui questi saranno pubblicati.