Comunicazione social per ecommerce: i Chatbot per aumentare le vendite online.

0
389
chatbot

La revenue globale delle intelligenze artificiali cresce molto rapidamente e le vendite online ottengono la maggior parte di questo aumento di guadagni. Una consulenza ecommerce completa non può più tralasciare i ChatBot.

Tutti i trend e le statistiche lo confermano: la strategia di comunicazione social di un ecommerce deve comprende ormai qualcosa che va oltre al setup e all’integrazione di servizi di web marketing come i funnel di email automation (per l’invio newsletter, il recupero carrelli abbandonati o l’upsell) e l’online advertising tramite campagne sponsorizzate su AdWords o Facebook Ads. Grazie ai Chatbot, infatti, l’intelligenza artificiale non è più ad uso esclusivo di aziende come IBM e Google. Il cosiddetto natural language processing unito alla machine learning permette di servire e comunicare con i clienti al meglio attraverso tool come Facebook Messenger (assieme a ManyChat), Skype, Slack, Kik e altre piattaforme di messaggistica istantanea.

Trend e statistiche sui Bot: comunicare, vendere, fidelizzare.

Moltissimi brand hanno deciso di utilizzare i Chatbot per comunicare con le proprie target audience, fare customer service, suggerire prodotti e guidare gli utenti verso l’acquisto.
Le proiezioni degli studi Ubisend, leader nel settore, fanno capire che la media di spesa per ciascun utente attraverso i Bot potrebbe arrivare a più di 400 $. Statisticamente, infatti, 1 cliente su 5 sarebbe favorevole ad acquistare online attraverso un ChatBot mentre circa il doppio (ossia il 40% dei consumatori) desidera ricevere offerte e sconti da queste intelligenze artificiali.
I clienti soddisfatti e aiutati in fase d’acquisto da queste intelligenze portano a termine il check-out rapidamente, diventano spesso repeater e possono farsi facilmente anche ambasciatori verso altri utenti. Uno degli strumenti necessari alle aziende per instaurare una relazione con gli utenti e – successivamente – stimolarli all’acquisto o addirittura portare alla fidelizzazione sono proprio i ChatBot.

I Bot aiutano a semplificare l’acquisto sugli ecommerce.

Gli studi sulle vendite online dimostrano che circa il 68% dei carrelli riempiti dopo accurate ricerche sull’ecommerce vengono abbandonati prima del pagamento, quindi senza completare l’acquisto.

La nuova tecnologia dei ChatBot aiuta a migliorare questa statistica perché permette di dare un supporto adeguato fino alla fase di checkout: le intelligenze artificiali conducono conversazioni con i visitatori dell’ecommerce durante tutto il processo d’acquisto, imparando continuamente a fornire le risposte corrette e riducendo quindi l’abbandono dei carrelli.

1. Ridurre la confusione del modulo di acquisto.

Se non è possibile migliorare l’usabilità e semplicità del modulo d’acquisto, i ChatBot possono aiutare a compilare le informazioni necessarie per completare l’ordine. Spesso, infatti, le richieste di immissione dati creano confusione nell’utente e lo inducono a non comprare: le intelligenze artificiali, se ben programmate, sono in grado di rispondere alle richieste degli acquirenti evitando di dover avere un supporto chat 24h/24 oppure delle FAQ contestuali.

2. Gestire problemi inaspettati nel carrello.

Nonostante i molteplici test e debug fatti sui carrelli, nel 90% dei casi gli errori o i problemi inaspettati sugli ecommerce si verificano quotidianamente. I ChatBot possono essere ottimizzati per capire i problemi reali dei clienti (prezzi troppo elevati, errori sul modulo d’ordine, ecc.) e risolverli dopo accurate analisi sul sito e sul miglioramento del servizio vendite: questo è possibile grazie alla lettura delle conversazioni tra Bot e visitatori reali.

3. Invogliare all’acquisto, anche con upselling.

Mantenere viva l’attenzione e l’interesse verso il proprio ecommerce è ormai un must per chi vende online. I ChatBot permettono molteplici azioni di upsell: suggerire nuovi acquisti sulla base di prodotti cercati o acquistati sul sito, condividere aggiornamenti su nuovi articoli e fare storytelling sul marchio.

4. Rispondere alle domande insieme alle Live Chat.

Associare le Live Chat con i Chatbot è ormai utile per gestire la mole di domande sempre più ingente di clienti informati ed esigenti. Il Bot acquisisce informazioni quotidianamente dalle conversazioni con le persone reali per arricchire il database delle domande a cui si può rispondere in maniera automatizzata. Il possibile cliente, grazie al supporto continuo è invogliato a concludere l’acquisto.

Migliorare il coinvolgimento negli ecommerce permette di ridurre gli abbandoni dei visitatori. Senza una consulenza ecommerce adeguata il negozio online rischia di perdere una grande novità tecnologica, quella dei ChatBot e dell’intelligenza artificiale a portata di business.