La buyer persona: un cliente immaginario per centrare il proprio obiettivo a livello di marketing

0
382
buyer-persona

Quando viene lanciato un prodotto o un servizio sul mercato, molte società di marketing cercano di analizzare e di identificare il possibile cliente di riferimento, andando così a creare un identikit potenziale del target di riferimento.

Il risultato delle analisi dei clienti interessati al prodotto crea così una sorta di figura ideale, che nel gergo viene definita buyer persona, delle cui modalità di creazione e della sua importanza ci occuperemo nei paragrafi che seguono.

Che cosa si intende per Buyer Persona?

La buyer persona nel linguaggio del marketing è una sorta di profilo immaginario che raffigura il cliente ideale per il prodotto o per il servizio proposto.

In altri termini questo profilo sarebbe la persona – non fisica – più appropriata attorno alla quale sviluppare il progetto di marketing, al quale corrispondono (o dovrebbero corrispondere) determinate categorie di individui reali, ognuno con propri gusti ed esigenze.

Come si possono usare le persona nel marketing?

Sviluppare una buyer persona è molto utile per gli esperti di marketing, in quanto permette di personalizzare un brand, un prodotto o un servizio in base alle richieste, ai feedback e alle aspettative che la media dei clienti abituali ha nei confronti di una determinata azienda.

Come si crea una buyer persona?

Le strategie di acquisizione dati che sottendono questo tipo di profilo ideale sono le seguenti:

  • analisi degli argomenti maggiormente visualizzati sul sito aziendale;
  • ricerche sui social media in termini di trend topic, post e video più cliccati riguardanti la specifica categoria del prodotto in questione;
  • analisi dei prodotti realizzati dalla concorrenza;
  • indagini di mercato con questionari per il cliente;
  • interviste a clienti fisici;
  • analisi delle newsletter e dei feedback rilasciati dai clienti sulle piattaforme online.

Quali sono i parametri fondamentali su cui basare il target ideale?

Una volta stabilito come recuperare i dati, è altrettanto importante stabilire quali sono i parametri di valutazione su cui creare la buyer persona. Tra questi rientrano:

  • il budget di spesa del cliente;
  • i valori che il prodotto deve incarnare;
  • le motivazioni che lo spingono ad acquistarlo;
  • come ottenere il prodotto in questione;
  • quali sono i sui desideri e le sue aspettative al riguardo.

L’importanza della buyer persona all’interno del marketing aziendale

Un buon profilo buyer persona è di fondamentale importanza per gli esperti di marketing aziendale: infatti in primo luogo aiuta a conoscere meglio i clienti dell’azienda e i loro gusti, basandosi sui loro stessi dati e feedback forniti.

In seconda istanza aiuta a farsi un’idea circa il loro background culturale, professionale e i loro bisogni legati a quel prodotto o servizio venduto, che spesso influenzano anche il loro modo di comprare o di rivolgersi a un’azienda per un determinato servizio.

Infine sviluppare una buyer persona aiuta a implementare il prodotto, in modo tale da migliorarne le caratteristiche e renderlo più appetibile sul mercato, battendo così la concorrenza non solo in termini di prezzo, ma dal punto di vista delle qualità intrinseche al prodotto stesso o al servizio offerto.